Week-end a Rovigno

Siamo un pò stanchi di andare a camminare ogni week end, possiamo, senza ombra di dubbio, dire che siamo diligenti e ci stiamo allenando molto per il trekking in Nepal ma è pur sempre estate, ed il mare ?
Decidiamo così di fare un week end a luglio in Croazia, (oltrepassare il confine Trieste/Slovenia in agosto, in auto, è improponibile) precisamente a Rovigno; ci eravamo stati in vespa e le spiagge ci erano piaciute molto, avevamo inoltre trovato un ristorantino vicino al campeggio dove cucinavano pesce fresco a dei prezzi molto vantaggiosi.
Partiamo un venerdì pomeriggio e dopo una trafficata autostrada arriviamo a Trieste in poco più di un’ora; grazie ai consigli di alcuni amici (che potete trovare qui) riusciamo ad oltrepassare la Slovenia su strade locali e quindi a non pagare la vignetta,  arriviamo quindi al nostro “solito” campeggio poco prima dell’ora di cena, piantiamo la tenda e mangiamo il pranzo al sacco che ci eravamo portati da casa.
Il giorno dopo ci svegliamo alla buon’ora e andiamo al parco naturale di Punta Corrente,  qualche kilometro a sud di Rovigno.
Il parco di Punta Corrente  è il più antico sito protetto in Istria, possiede moltissime piante autoctone ed acclimatate di rara bellezza, vi è  quindi vietato il traffico; a parte la strada principale che porta quasi all’imbocco di alcune spiagge, è una zona di assoluta pace e tranquillità, in alcuni tratti c’è anche una pista ciclabile ma la maggior parte delle spiagge (che poi non sono vere e proprie spiagge come le intendiamo noi italiani, ma sono calette, per la maggior parte in pietra) si raggiungono a piedi con camminate che vanno dai 5 minuti alla mezz’ora (ovviamente più si cammina meno gente si trova).
L’ingresso all’acqua è quasi sempre su roccia (d’obbligo scarpette per gli scogli), il fondale parte basso ma quasi subito sprofonda e regala una visuale limpida, con un mondo di pesci, di crostacei e di piante acquatiche; pinne, maschera e boccale sono doverosi!

La bellezza del Parco è anche dovuto alla macchia mediterranea che costeggia la spiaggia, difatti se si è stanchi dal sole, basta fare qualche metro per trovare ombra e fresco.

Trascorriamo una piacevolissima giornata al mare e alla sera andiamo al ristorante che ci ricordavamo si mangiava molto bene. Purtroppo anche qui le cose sono cambiate, i piatti non sono più abbondanti ed i prezzi sono lievitati, le tavole da sagra sono state sostituite da tavolini con una bella tovaglia ed anche il personale è più professionale, la cena comunque è stata discreta.
Facciamo una camminata nel piacevole centro di Rovigno, fino a che stanchi torniamo in campeggio.
 Domenica ritorniamo nel Parco di Punta Corrente e poi con calma ritorniamo verso casa nostra, ricaricati da questo piacevole week-end.
QUALCOSA DI TIPICO DA PORTARE A CASA ?
Kruškovac_ Chiara anni fa era stata a Pola e per caso aveva assaggiato questo liquore buonissimo, si dimenticò il nome fino a quando dopo anni lo ribevve e fu di nuovo amore a primo sorso! Il Kruškovac è un liquore tipico croato dal gusto molto dolce e di colore arancione ottenuto dalla distillazione di pere fermentate, essendo un liquore di produzione locale nei bar si trova ad un modico prezzo ed una bottiglia al supermercato costa neanche 10 Euro. Così abbiamo
fatto la scorta da portare a casa e ogni tanto Chiara se lo gusta! Precisiamo Chiara, perché ad Enzo non piace proprio, ad essere sinceri, non piace a nessuno delle persone che lo hanno assaggiato …. Ma a Chiara piace tantissimo! Ora sta a voi decidere !
Il Pelinkovac_è un altro liquore tipico croato. Ha un gusto amarognolo ed un resto gusto di assenzio, viene servito come aperitivo ma è anche ottimo come digestivo; ci è stato offerto dal ristorante dove siamo stati a cena e non ci era piaciuto molto, ma non sapevamo come si chiamasse e così quando siamo andati al supermercato e abbiamo letto: “liquore croato al 100%” l’abbiamo comprato e portato a casa. Quando a casa ci siamo resi conto che ero lo stesso liquore che ci era stato offerto, ormai era troppo tardi! Quando lo beviamo ci aggiungiamo una fettina di limone ed il gusto diventa un po’ più gradevole. Provare per credere!
www.portonbiondi.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *