Si va in Sardegna !!

Non volevamo prendere l’aereo questa estate e non volevamo fare una vera e propria vacanza, ci sarebbero bastati pochi giorni di mare, ma una nostra cara amica ci ha invitato nella sua terra: la Sardegna.
Dovevamo rifiutare ? No, non potevamo proprio.
Cristina abita a Villacidro, un paese a di 15.000 abitanti a Sud-Ovest della Sardegna, collocato ai piedi dell’antico complesso montuoso del Linas, una delle catene montuose più antiche d’Europa; così chiamato perché in antichità la zona era ricca di cedri ora è uno dei paesi più mistici della Sardegna.
Infatti Villacidro è conosciuto tradizionalmente come il paese delle streghe e delle ombre, denso di mistero, di leggende e di magie e a questo proposito Cristina ci ha promesso numerosi racconti.
Villacidro non è solo leggenda, è anche turismo: ha le cascate “Sa Spendula”, elogiate in una poesia di Gabriele D’Annunzio; ha delle bellissime passeggiate ed escursioni da fare sui monti del circondario, ha la Chiesa di Santa Barbara (Patrono della Città) ed un lavatoio pubblico in stile Liberty.
Ma Villacidro è soprattutto tradizione perché la Sardegna è tradizione, lo abbiamo capito da quando conosciamo Cristina e da quando ci parla della sua terra e dei suoi semplici ma emozionati racconti e della malinconia con cui a volte ne parla.
Siamo molto eccitati all’idea di andare in Sardegna, oltre alla bellezza assoluta del mare, siamo eccitati di andare nell’entroterra e di andarci con una sarda; Chiara c’è già stata in Sardegna (del Nord) anni fa ed aveva avuto l’occasione, anche se solo per un giorno, di andare nell’entroterra sardo e ne era rimasta davvero colpita.
Fervono i preparativi tra gli amici di Cristina, devono rivedere un’amica che non vedono da mesi, ma devono anche accogliere degli ospiti e lo sappiamo bene, lo abbiamo capito, l’ospitalità in Sardegna è cosa grande.
Quali aspettative abbiamo ? E’ la prima volta in un nostro viaggio, ma non abbiamo nessuna aspettativa, sappiamo di essere in buone mani e non vogliamo fare nessun tipo di progetto o di programma, partiamo con la mente libera.
Con cosa partiamo ? Con la cartina della spiagge che Chiara si era comprata anni fa (forse una premonizione ?) e con prodotti tipici veneti (dovremmo pur far bella figura anche noi o vogliamo essere presi per polentoni dal carattere chiuso ??)

Ci risentiamo al ritorno e vi lasciamo con questa poesia e con un video molto interessante (consigliato da Cristina) che vi fa capire l’anima fiera e profonda dei sardi (ascoltatelo fino alla fine se potete, dove troverete la parte migliore!).

SA SPENDULA
Dense di celidonie e di spineti,
le rocce mi si drizzano davanti
come uno strano popolo d’atleti
pietrificato per virtù d’incanti.
Sotto fremono al vento ampi mirteti
selvaggi e gli oleandri fluttuanti,
verde plebe di nani; giù pei greti
van l’acque della Spendula croscianti.
Sopra, il ciel grigio, eguale. A l’umidore
della pioggia un acredine di effluvi
aspra esalano i timi e le mortelle.
Ne la conca verdissima il pastore
come fauno di bronzo, su ‘l calcare,
guarda immobile, avvolto in una pelle.
G. D’Annunzio, 1882
 
www.villacidro.net

2 thoughts on “Si va in Sardegna !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *