Una giornata a Firenze

Dopo un giorno di viaggio parecchio stremante, passato in sella alla nostra vespa per arrivare da Venezia a Firenze, abbiamo deciso di dedicare un giorno alla visita di Firenze e, il giorno successivo, di fare un giretto in vespa sui colli toscani spingendoci, se possibile, fino a Siena lungo la Chiantigiana.
Abbiamo subito capito che con un giorno a disposizione da dedicare a Firenze, non era fattibile vedere tutto ed abbiamo scartato (purtroppo), alcuni grandi classici come gli Uffizi.
Qui sotto trovate il nostro itinerario partendo dalla Stazione dei treni di Santa Maria Novella:
 
Come prima tappa e la trovate proprio di fronte alla Stazione dei treni, non vi potete perdere la Basilica di Santa Maria Novella in marmo bianco, nero e grigiastro che noi purtroppo abbiamo visto solo da fuori ma se potete entrate per ammirare, oltre ad alcuni affreschi, il Crocifisso di Giotto.
Continuate a camminare andando verso il bellissimo e famoso Ponte Vecchio, cercando, lungo la strada, di scovare i numerosi segnali stradali personalizzati (seguirà post).
Il Ponte vecchio

Oltrepassate il ponte e giungete a Palazzo Pitti dove vi dovete concedere una visita al Giardino di Boboli. Il biglietto costa 10 Euro e per evitare la lunga coda all’entrata principale, vi consigliamo di acquistarlo nell’entrata secondaria che si prova 100 metri più avanti della principale.

Giardino di Boboli
Il giardino di Boboli, per noi, è imperdibile. E’ il cuore verde pulsante al centro di Firenze dove, nonostante i turisti, regna la pace e c’è molta ombra per potersi riparare dal cocente sole di giugno. La vista su Firenze è davvero maestosa e se capitate nella stagione della fioritura è un tripudio di colori. Non perdetevi questa escursione.
Giardino di Boboli, vista su Firenze
Uscite dal giardino e dirigetevi con un’altra passeggiata al mercato di San Lorenzo, meglio detto Mercato Centrale  (10.00-0.00), qui vi aspetteranno leccornie toscane di tutti i tipi e non mancano nemmeno i souvenir. A questo punto fermatevi per pranzo ed avrete l’imbarazzo della scelta. Per i vegetariani c’è uno stand dedicato, ma non solo,  tand con la pasta fatta in casa, pizza, focacce, ribollita ed il famoso lampredotto che a detta di Enzo è davvero buonissimo!
Lampredotto
Dopo questa piacevole sosta, incamminatevi verso la Basilica di Santa Maria in Fiore ed in questa piazza trascorrerete il pomeriggio.
Basilica Santa Maria in Fiore
Con una mossa furba acquistate il biglietto d’ingresso (10 Euro)  i giorni prima e vi permetterà di accedere al Campanile di Giotto, alla Cupola del Brunelleschi, al Campanile ed al Battistero (che noi abbiamo trovato chiuso per restauro).
La Basilica dalla cupola
Per visitare tutti questi monumenti dovete prevedere almeno mezza giornata. Ma non preoccupatevi, se non volete accedere a nessun sito, Firenze vi regalerà comunque tanta arte e tanta bellezza. A Firenze basta camminare per sentirsi parte di essa, parte della storia.
Se avete come noi solo mezza giornata, vi conviene scegliere se entrare al Campanile o alla Cupola, la coda è lunga e perderete un paio d’ore sicuro.  Noi abbiamo scelto la cupola.
La cupola del Brunelleschi
Per arrivare alla cupola dovrete fare circa 470 scalini, arriverete ai piedi dell’ affresco e rimarrete colpiti dalla minuziosità di esso e da tanta magneficenza. Brunelleschi vi costruì la cupola e gli affreschi del Giudizio Universale si devono parte a Vasari e parte a Zuccari. Non c’è fretta qui, potrete rimanere quanto vorrete, noi ci avremmo “perso” sicuramente una mezz’ora col naso all’insù.
Particolare dell’affresco
Continuate la visita e proseguendo su uno stretto cunicolo di scalini, vi troverete sulla sommità della cupola. Una sensazionale vista su Firenze, davvero imperdibile.
Dalla Cupola la vista del campanile

Scendete e per concludere la giornata entrate nella Basilica di Santa Maria in Fiore dove potrete vedere la Cupola del Brunelleschi dal basso.

La cupola dalla Basilica di Santa Maria in fiore
Se come noi avete solo una giornata a Firenze, il tramonto lo dovete vedere al Piazzale Michelangelo con una bellissima vista su Firenze e sui colli toscani.
Da Piazzale Michelangelo

 

Cercate di non cenare in centro e provate qualche piatto della cucina toscana, per  i vegetariani consigliamo una deliziosa pappa al pomodoro e per i carnivori una fiorentina, tutto accompagnato da un buon chianti. Chiudete in bellezza con dei cantucci e del vin santo.
Pappa al pomodoro

 

La famosa bistecca “Fiorentina”
Cantucci col vin santo

Si conclude il nostro itinerario a Firenze.

Si possono visitare tutte le capitali d’Europa in lungo ed in largo, tutte le città che volete, ma la bellezza e l’arte che abbiamo scoperto a Firenze non ha paragoni. E’ una città che ci ha dato molto nonostante ci siamo stati solo per qualche giorno, ci ha colpito e sicuramente nascerà un grandissimo fazzoletto.

Ponte vecchio di sera

17 thoughts on “Una giornata a Firenze

  1. Va che spettacolo che siete ragazzi ad andare in giro con la vespa *-* la voglio anche io!!
    Firenze é splendida… Il giardino di Boboli è uno dei miei posti preferiti, non so neanche quante volte ci sono andata. Per non parlare della vista dalla cupola o del magico ponte vecchio <3

    Siete arrivati a Siena alla fine?

    1. Grazie mille :)! Un modo per vivere l'Italia e per spendere poco!
      Il giardino di Boboli a noi è piaciuto davvero un sacco!
      No, non siamo arrivati a Siena purtroppo, problemi tecnici che in un viaggio come il nostro, in vespa, possono capitare, ma seguirà un articolo 😉

  2. quando ero in argentina mi vergognavo sempre ad ammettere che non avevo mai visitato Firenze… e vedendo queste foto mi rendo conto che DEVO proprio rimediare al più presto!

    1. A volte, e noi per primi, si hanno delle lacune (a livello di viaggio) davvero "sconvolgenti". Ci mancano talmente tanti posti in Italia che non possiamo farci mancare che dobbiamo rimediare anche noi al più presto!

  3. Sono stata a Firenze per un weekend poco tempo fa, ma non sono riuscita a godermela come avete fatto voi. Non sapevo praticamente nulla di quello che avete scritto, nè del mercato, la Basilica di S.Maria Novella, il campanile. Sono stata praticamente solo al Ponte Vecchio 🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *