Escursione nei dintorni di Praga, Terezin

Durante il nostro soggiorno a Praga abbiamo deciso di dedicare una giornata ai dintorni della capitale.

Le escursioni da fare fuori Praga sono innumerevoli e siamo stati molto indecisi su quali scegliere. Ha vinto una storia tristemente famosa, ha vinto una storia buia che oggi vi vogliamo raccontare e che non si può tralasciare in un viaggio nella Capitale della Repubblica Ceca, oggi vi parliamo dell’ormai famoso Campo di concentramento di Terezin.

Ci sono diversi modi per arrivare al Campo, noi abbiamo scelto il più economico, ovvero i mezzi pubblici e siamo arrivati in loco con circa 1 ora di viaggio prendendo il bus direttamente dalla fermata della metro di Florenc.

La cittadina risulta abbastanza triste e si sente il peso della storia, inizia anche a nevicare e le strade sono deserte. La visita è divisa in più punti, si visita inizialmente il Museo del Ghetto  in pieno centro, dove si può acquistare il biglietto che si preferisce con le varie entrate ai luoghi di interesse, poi ci si sposta verso la Fortezza Minore ed il Cimitero ebreo, forse i luoghi più toccanti di questa escursione e poi con una bella camminata si va dall’altra parte della città dove si incontra per primo il Colombario, dove sono custodite le ceneri dei defunti, un luogo molto macabro e pesante; poi con un’altra piccola camminata si arriva al forno crematorio, un luogo veramente funesto e molto molto triste.

Fotografie_ dall’arrivo alla Fortezza Minore ci siamo resi conto che i visitatori facevano tante, troppe foto per i nostri gusti senza sapere cosa stessero fotografando e senza un minimo di interesse e di rispetto per il luogo. E’ stato veramente brutto e ci siamo vergognati capendo che molti di loro erano italiani ! Come per la visita al Campo Choeung Ek in Cambogia, abbiamo deciso per rispetto di non fare molto fotografie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *