Cosa portare nello zaino per una giornata di Trekking estivo?

Primo articolo in collaborazione con gli amici di MescalinaBlog.  Se volete approfondire l’argomento potete andare su Whatbag per leggere il nostro e molti altri articoli interessanti dedicati alla preparazione dello zaino in spalla.

Oggi vi parliamo di come preparare lo zaino per una giornata di trekking sulle nostre montagne, in estate ovviamente. Se fosse d’inverno le cose cambiano.

Come vestirsi: 
Nr. 2 Calzini
Nr. 1 Gilet in pile/per il vento
Nr. 1 Kwey
Nr. 1 Pile
Nr. 1 Buff
Nr. 1 Scarponi
Nr. 3 T-shirt tecniche e traspiranti
Nr. 1 Pantalone tecnico lungo / che si accorcia
Nr. 1 Maglia maniche lunga di cotone
Nr. 1 Guanti
Nr. 1 Cappello (meglio che copra le orecchie ed abbia il frontino sia per proteggere dal sole che da eventuale pioggia)

Elettronica:
Cellulare
Macchina fotografica compatta

Documenti:
Tessera CAI, Mappa-Trekking , Passaporto delle Dolomiti

Accessori:
Luce testa
Borraccia (da 1 litro)
Orologio con altimetro
Occhiali da sole
Coltellino multiuso
Bastoncini per camminare
Cannocchiale
Kit da ferrata, guanti, casco, imbragatura (sempre se necessario)
Fischietto (si, sempre presente!)
Coprizaino antipioggia (anche se dovrebbe essere incluso con lo zaino)
Penna

Cura del corpo:
Crema solare

Informazioni utili: 
Controllare sempre il meteo il giorno prima ed anche la mattina stessa tramite internet o televisione, è meglio non partire se il meteo è brutto.
Quando si cammina si fa fatica. Quando si fa fatica è bene non avere troppo peso sulla schiena altrimenti si fatica il doppio, avere indumenti tecnici e traspiranti è la cosa migliore. Bisogna calcolare un paio di T-shirt in più per quando si arriva in vetta e sudati dovremmo cambiarci con una maglietta asciutta.
All’arrivo a valle, dovremmo fare la stessa cosa sia con T-shirt che con i calzini (per questo abbiamo messo 2 paia).

Cibo

Noi pranziamo al sacco, sia per una questione di risparmio sia perché non vogliamo riempirci ed affaticarci con piatti troppo sostanziosi nei rifugi (si, un vero peccato). Ci concediamo in ogni caso una sosta per una bibita fresca e l’ormai immancabile timbro del rifugio nel Passaporto delle Dolomiti.

Frutta secca (in abbondanza)
1 banana, 1 mela (frutta fresca)
1 panino con marmellata, pane tipo bauletto (a testa)

2 panini per pranzo, pane tipo bauletto  (a testa). Quando nei nostri racconti scriviamo  “buonissimi panini” sono proprio questi: in fondo quando fai sport l’importante è avere qualcosa da mettere tra i denti, poco importa cosa c’è dentro.
Ci è stato consigliato di mangiare affettato leggero quando si fa fatica in montagna, prosciutto cotto, fesa di tacchino o bresaola. Enzo ci aggiunge anche del formaggio, a volte solo formaggio senza affettato, a volte anche una fetta di pomodoro. Chiara, da vegetariana, mangia panino con formaggio ed una fetta di pomodoro. Provando a fare esperimenti vegani un giorno si è portata il panino con il seitan ma il risultato non è stato molto soddisfacente quindi è sconsigliato.
1 Red Bull (sporadicamente)

 

Inizialmente portavamo anche delle barrette di cioccolata o dei cioccolatini, ci è stato detto  se possibile di evitare perché non vengono ben assimilati dall’organismo, meglio frutta secca o barrette energetiche (le trovate nei negozi di sport), effettivamente non possiamo che confermare questa teoria: la frutta secca oltre che fare molto bene è davvero ottima e non appesantisce !

 

I rifiuti si portano a valle. Anche rifiuti umidi.
La natura ringrazia.

8 thoughts on “Cosa portare nello zaino per una giornata di Trekking estivo?

  1. Bravi ragazzi!!! Mooolto utile!! Ricordo quando IO portavo lo zaino di 5 persone perchè le spalle di Andrea erano tutte per la portantina con dentro Matilde. Ora siamo in giro in 5 con 4 zaini….FICOOOOOOO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *