Brussa, la nostra spiaggia preferita

Abitiamo in Veneto, a mezz’ora di auto dalla spiaggia di Caorle . Le altre spiagge vicino a casa nostra, in ordine di distanza, sono Jesolo, la Brussa e Bibione. A Jesolo e Bibione non ci andiamo mai, troppo turistico e la spiaggia è quasi tutta privata, andiamo in Brussa, nell’oasi naturale di Valle Vecchia.
La Brussa è caratterizzata da una lunga spiaggia di sabbia di 4 km e si colloca tra Caorle e Bibione.

Per arrivarci si deve percorrere una decina di kilometri su una lunga strada che parte da Castello di Brussa fino a congiungerci alla strada sterrata che porta all’ingresso della zona naturale, quindi della spiaggia.

La spiaggia è completamente naturale e selvaggia, lasciata allo stato brado, con un parcheggio all’ingresso per moto, auto e camper, dove si possono trovare i bagni chimici e le docce (poche), si entra poi nella pineta di pini marittimi tramite una passeggiata di legno fino ad arrivare al mare.

L’autunno…

La spiaggia è solo una parte di quello che è l’oasi naturale, a tratti paludosa, di Vallevecchia, un territorio riqualificato dal punto di vista ambientale con l’impianto di migliaia di piante ed alberi, creando oltre 70 ettari di boschi, con una presenza massiccia di fauna, dalla lepre al daino, dal gabbiano reale alle oche selvagge; un’area quindi particolarmente interessante anche per gli amanti del birdwatching (molte sono le zone e gli osservatori adibiti a questo).

Una particolarità della Brussa sono i casoni, tipiche capanne che seguono la forma originaria della struttura paleostorica, costruite con canne di bambù, legno, paglia e argilla,  dove una cinquantina di anni fa vi abitavano i pescatori, ora vengono utilizzate come magazzino o a scopo turistico.

I casoni, in lontananza Piancavallo

Noi ci andiamo in estate, ma ci andiamo anche in autunno ed in inverno, la Brussa è bella sempre.

Non solo spiaggia. La Brussa ospita un Museo (Museo di Vallevecchia), ci sono percorsi per bicicletta, percorsi da fare a piedi ed il già citato birdwatching.

D’estate è frequentata da molti bagnanti, ma trovare un posticino per l’asciugamano è sempre possibile, bisogna avere buone gambe e aver voglia di camminare, ci sono sempre zone, a parecchia distanza dal parcheggio e quindi dai due ingressi principali, dove la spiaggia è quasi sempre libera.

Una giornata d’estate c’è successo questo: siamo rientrati dalla spiaggia verso le 19, la gente rimasta era poca, ma durante la giornata l’afflusso era stato notevole; abbiamo trovato sulla spiaggia tanti rifiuti, rifiuti della stessa giornata, un pallone sgonfio, lattine di coca-cola, bottigliette di plastica e tanto altro ancora. Allibiti, li abbiamo raccolti ma abbiamo potuto buttarli solo nei bidoni al parcheggio, a 10 minuti a piedi dalla spiaggia, nel frattempo nella pineta c’erano dei manifesti che sponsorizzavano la pulitura della spiaggia per il week-end successivo (che paradosso!)
Noi ci chiediamo, non è meglio mettere dei bidoni anche in spiaggia o per lo meno nella pineta ? Capiamo che i bidoni sono in parcheggio e anzi, la gente dovrebbe (come succede in montagna) portarsi i rifiuti a casa, ma questo non accade, quindi, per non inquinare, disponiamo dei bidoni in spiaggia!
Al posto di trovare a fine giornata i rifiuti sul bagnasciuga (e chissà in quale altro posto la marea li porterà), almeno li troveremo raccolti.
E’ forse un po’ inutile fare una giornata di “Pulitura della Brussa” se poi non mettiamo il turista (incivile) in condizione di poterlo fare in modo adeguato.
Questa è la nostra opinione, ma siamo pronti ad ascoltarne altre.

7 thoughts on “Brussa, la nostra spiaggia preferita

  1. condivido tutto, tranne purtroppo una cosa….il"come succede in montagna": noi ci andiamo spesso, ma purtroppo non sempre è così. ci vediamo in Brussa e, grazie della "recensione". Giuliano (Udine)

    1. Hai ragione, in montagna ci andiamo spesso anche noi ma purtroppo qualche rifiuto l'ho troviamo (ieri abbiamo trovato delle batterie durel…ma si può!!) diciamo però che in generale chi va in montagna ha un pò più rispetto e i rifiuti li porta sempre a valle, o quasi. Ma poi è soggettivo e a volte i montanari sono più incivili di chi va a prendere il sole, bisognerebbe portare tutti (noi per primi) un pò più di rispetto per la natura e le future generazione. A presto, e grazie di essere passato!

  2. Bellissimo il vostro sito. Stavo girovagando per avere informazioni sulla Brussa, sono 15 anni che non ci vado. Ma è vero che il parcheggio si Paga? 10 Euro?

    1. Ciao! Non credo ci siano problemi a livello di fidarsi o meno, ma non credo si possa fare… però qui sta a te decidere 🙂
      So che in parcheggio si mettono i camper ed in teoria anche le tende, eventualmente puoi metterti li che magari sei un pò più coperta a livello di zanzare…… quando all’imbrunire iniziano, resistere in spiaggia è veramente difficile !!!!

      1. Volevamo solo precisare che in Brussa non c’è nessun campeggio ma solamente parcheggio. I camper infatti non possono usare il tendalino ma solo parcheggiare, per questo motivo nemmeno le tende sono permesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *